The SG Wörthersee Tour 2016 tales

By 18 luglio 2016Events

This edition will be remembered by all enthusiasts for years to come as one of the strangest Wörthersee Tour. First of all, the increase of hostility demonstrated by policemen to car enthusiasts, second the decrease of attendance in the weeks before the event and last, the snow on the lake. Either you consider these adversities or peculiarities, but we want to show you what our trip was about. To reach our target, we want to tell you our fast trip splitting our tale in chapters.

Questa edizione del Worthersee Tour verrà ricordata da tutti gli appassionati per gli anni a venire come una delle più strane. Prima di tutto, l’incremento di ostilità dimostrato dalla Polizei verso noi appassionati, in seguito la riduzione della presenza nelle settimane precedenti l’evento, e in ultimo la neve sul lago. Ma, tralasciando tutte queste avversità, noi vogliamo mostrarvi gli aspetti positivi del nostro viaggio, dividendoli in brevi capitoli.

 

1. The Wörtherseeside

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

These two places have been our classic milestones since 2013: that lilac house in front of our residence is the Spaghetti Garage Wörthersee Tour classical awakening landscape, while Turbokurve and his parking are the first daily planned stop. We arrived in Carinzia three weeks before the official GTI event, so on Thursday afternoon there was not so much movement on the streets and in Arneitz parking. It made up for some chill, quiet time spent among friends though.

Questi due  luoghi ritratti rappresentano dal 2013 le prime tappe fondamentali nel Tour di SG: la casa lilla è ciò che vediamo appena svegli e la Turbokurve, con il suo parcheggio, rappresenta il primo ritrovo quotidiano. Siamo arrivati in Carinzia tre settimane prima dell’evento ufficiale GTI, ma, quest anno, al giovedì pomeriggio non c’era molto movimento ad Arneitz.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

These photographs seem real postcards and sure they could be used as such. It was the main background of our trip: wherever we went, we were surrounded by the Alps. Everywhere we got, we could find a strip of lake in which to relax. From Pyramidenkogel we could see Maria Wörth with its late gothic church overhanging on the lake.

Queste fotografie sembrano cartoline e siamo sicuri che potrebbero anche essere usate come tali da Maria di Worth. Le Alpi ci hanno circondato in tutto il nostro viaggio mentre il lago faceva di volta in volta la sua comparsa regalandoci attomi di quiete. Dalla Pyramdenkogel abbiamo potuto ammirare Maria Worth dall’alto, con la sua chiesa tardo gotica a picco sul lago.

2. Unconventional cars

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Despite the few people present on Thursday, something was fairly easy to spot in the parkings. Arneitz is maybe one of the last places in the world in which we can imagine to find a hot-rod, which flame-painted body was coming from Germany. Not our average cup of tea, but its iconic livery, managed to grab our attention: after all, it’s belongs to the oldest custom automotive trend ever.

Nonostante le cattive premesse e le poche persone presenti, abbiamo comunque notato alcune auto inusuali parcheggiate alla Turbokurve. Arneitz è forse l’ultimo poso al mondo in cui possiamo immaginare di trovare un hot-road  tedesca in livrea fiammeggiante. Sicuramente non rappresenta il nostro stile preferito, ma ha attirato le nostre attenzione con la sua livrea classica, espressione delle prime scene custom US.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

This little legendary DDR Trabant grabbed our sight with simple mods paired to an unusual body and its one of a kind noise: total black look with orange sidemark, golden banded steels and extreme negative camber on the rear. With its slack two strokes engine has perfumed the entire Austrian environment.

La piccola leggendaria Trabant della DDR ha attirato i nostri sguardi con le sue semplici modifiche: riverniciata tutta in nero presentava un netto contrasto con le frecce direzionali arancioni e le larghe tolle oro allargate. Ammirare il posteriore è stato impressionante: camber estremo e motore due tempi hanno deliziato l’intero ambiente Austriaco. 

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

To close the session of unconventional cars, we’d like to post this green Unimog 406.  The casualness of its arrival was memorable and we would like to think that the owner uses to park in this way always in the city, the real contest of this car, with it economic and super lightweight 6 liter diesel engine and the off-road tyres. It was immaculate by the way, a terrific restoration.

Per chiudere la sezione delle auto tipicamente non da Worth, abbiamo scelto di postare questo Unimog 406. Il solo suo arrivo è stato memorabile, diretto nel parcheggio in prima fila: ci piace pensare che parcheggi alla stessa maniera anche in città, vero suo habitat con il suo super leggero ed economico 6 litri diesel e i suoi pneumatici off-road. Nonostante la natura del mezzo, era completamente immacolato, frutto di un restauro perfetto.

3. Real Good looking cars

As Who sang, here are some real good looking cars we caught at the lake.

Ecco a voi alcune auto meritevoli di attenzione che abbiamo incrociato al lago.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

This Viper green Scirocco MK1 GTI was parked in Maria Wörth, next to the mk2 sculpture, and it was rolling on 16” BBS RS full polished with green caps and terrific, all original color matched GTI-pattern interior. Unfortunately we didn’t see in movement to understand the reason of ABT logo in the front grill, but looks alone were already impressive.

Questa viper green Scirocco GTI mk1 era parcheggiata a Maria di Worth, vicino alla golf mk2 di pietra, con un set da 16” di BBS RS full polish con caps verdi abbinati ad inusuali interni verdi a trama GTI. Sfortunatamente non l’abbiamo vista in movimento per capire il reale motivo del badge ABT sulla griglia.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

This Mercedes W124 didn’t found any other place to park at Pyramidenkogel and headed directly in the flowerbed. This W124 represent for us the real Mercedes taste: sturdy, solid well shaped lines, squared wooded and functional interior and bi-color livery. The owner has chosen just to refresh the ideas of Benz designers with a set of VIP Lorinser RSK-5 and custom airride suspension.

Questa Mercedes W124 non ha trovato nessun altro posto libero in cui parcheggiarsi sotto la Pyramidenkogel per cui ha deciso di entrare direttamente nell’aiuola. Questa W124 rappresenta per noi il verso stile Mercedes: solida, con linee bel distinite, funzionali interni in legno e livrea bi colore. Il proprietario ha scelto solamente di rinfrescare le idee dei designer di Mercedes Benz con un set di Lorinser RSK-5 e un sistema di sospensioni ad aria compressa. 

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Coming from Hungary this Golf mk2 GTI managed to truly stand out from the mk2 competition. First, 16” BBS RS in a terrific matt grey tint with black screws and caps. Second, special Hella front covers over Rallye front. Third, a real rare mk2 fetish: blue happich rear pop-up windows.

Arriva dall’Ungheria questa mk2 GTI che ha completamente sbarazzato la concorrenza. Prima di tutto, il set di BBS RS da 16” non ludicato ma bensì verniciato, tono su tono di grigio opaco con caps e viti neri. Secondo, le speciali cover e lenti Hella per Golf rallye all’anteriore e terzo un vero feticcio delle mk2: i vetri posteriori azzurrati a compasso.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

We met this group of S4 and RS4 near the Harley Davidson statue . Honestly the Avants are a constant presence on the lake, while sedans are less common to spot. This yellow one parked among wagon friends just fine tuned the work made in Ingolstadt: golden centered BBS LM, massive front brakes and Recaro sport seats.

Abbiamo incrociato un gruppo di Audi S4 e RS4 vicino alla statua tributo dell’ Harley Davidson. Onestamente, le Avant sono una presenza costante al lago, ma non possiamo dire lo stesso a riguardo delle S4 Sedan. In questa S4 gialla il proprietario ha solamente rifinito il lavoro svolto a Inglostadt: BBS LM con rosa dorata, enormi pinze e freni anteriori e sedili Recaro all’anteriore.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Coming from Italy this mk4 proudly exhibited our new 2016 sticker on the window and on the rear plate. It’s Matteo’s new mk4 (check his old one) and it took about two years to present it at Wörthersee. The color? Lamborghini Miura original green. Front lights? Aftermarket with mk4 lamps and mk5 side marker. Sideskirts and bumpers? Matt black Jubi kit. Coilovers? HR ultralow modified to fit the 19” Speedline in the arches. While it was very easy to spot this car, it’s the hidden bits which revealed true dedication: custom wheel arches, reworked mechanics and lots of fitting test in order to achieve a daily-driveable car which can travel across countries at such a low ride height.

Arriva dall’Italia questa mk4 che sfoggia con orgoglio i nuovi adesivi 2016 di Spaghetti Garage, sul finestrino e sulla targa posteriore. E’ la nuova mk4 show’n shine di Matteo (ecco la vecchia) acquistata circa due anni fa per essere presentata al Worthersee. Il colore? Lamborghini Miura verde originale. I fari anteriori: prodotti artiginalmente con un mix di lampade per mk4 e frecce per mk5. Il kit Jubi: nero opaco. Assetto? HR ultralow modificato per poter adeguatamente scendere con gli Speedline da 19”. Nonostante sia stata facile da riconosceere, sono tutti i lavori nascosti a rivelare la vera dedizione: passaruota artigianali, lavori di meccanica per superare tutti i test necessari per poterla guidare statica ad ogni evento. 

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

This one is the basic reason for which the meeting exists. It has more than forty years old but it’s still one of the most sought-after VW cars. This is a reinterpretation of the icon. This small bumper mk1 GTI maintains the most classic tint and the red edged front grill but all around shows great bits of GTI tuning. The set of 17”, 5 lugs golden BBS e88 with external center represents the modernity, while the retrofitted DCOE carbs and the vintage racing valve cover under the hood give the 2.0L 8v engine a flashback of the 70s.

Questa è la ragione base dell’esistenza del meeting. Ha quasi quarant’anni ma è ancora una tra le più desiderate VAG. Questo esemplare è la reinterpretazione dell’icona. Paraurti piccoli, questa mk1 mantiene il bianco originale e il classico bordo rosso GTI sulla griglia anteriore ma tutto attorno riflette la storia del tuning sulle Golf. Il set di BBS e88 a rosa esterna da 17” con lo swap a 5 fori rappresenta la modernità, mentre i dobbi carburatori applicati al 2 litri 8 valvole sono un flashback degli anni ’70. Questa mk1 potrebbe essere una cartolina dell’intera storia del GTI Treffen che raggruppa la storia di quarant’anni di modifiche in una sola auto.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Another ride from Hungary in our article. It’s time for modernity for Spaghetti Garage as well, and the Liberty Walk look is one of the strongest influence of the last two years. On this R8 it’s as aggressive as it gets, but not totally lacking of taste and sense. Wide fenders have a strong aftermarket look but they further highlight the sharp lines of this Ingolstadt sport car. The rear bumper is impressive, pairing the OEM huge elliptic exhaust mufflers to the carbon extractor. It’s brutal, it’s shameless and we can dig that.

Ecco un’altra auto dall’Ungheria. E’ tempo di pubblicare qualcosa di estremamente moderno anche per Spaghetti Garage: il kit Liberty Walk è stato realmente uno dei trend più importanti degli ultimi due anni. Il kit sull’ Audi R8 è vermente aggressivo ma non totalmente privo di gusto e senso. I larghi fianchetti rivettati sono chiaramente un prodotto aftermarket ma esaltano le linee della sportiva di Inglostadt. Il paraurti posteriore è impressivo, con i due scarichi ellittici e l’estrattore in carbonio. E’ brutale, è spudorata.  E’ bella.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

BBS RS mesh design has been proven as a timeless, always cool design. On a third millennium car, however, classic sizes don’t fit. There are three traditional solutions: the real deal ,BBS Super RS, slant lips on old centers, or chinese knockoffs. There is also who decides to give their own take on the subject starting from scratch. Federico contacted one of our national wheel maker, NTM, to build from zero a custom set measuring 8,5j in front and 9j in the rear. This is the result, finished two days before Wörthersee. The mk6 is a 5 door Highline, with custom warm medium grey paint, brembo calipers on RS4 disk brakes and HR ultralow.

Il design mesh dei BBS RS ha decisamente superato la prova del tempo, affermandosi al passare dei decenni. Nel terzo millennio, tuttavia, le dimensioni di produzione degli anni ’80 semplicemente non sono adatte. Ci sono tre soluzioni frequenti: BBS super RS, slant lips su rose d’annata, o repliche cinesi. Poi c’è chi decide di ripartire da zero e reinterpretare il tema. Federico, contattattata la NTM, azienda italiana specializzata in cerchi custom ha deciso di partire dal CAD: rose su disegno, canali da 8,5 all’anteriore e 9 al posteriore. Questo è il risultato, finito due giorni prima del Worth. La mk6 è una Highline 5 porte, riverniciata in un grigio medio e caldo, con pinze Brembo su dischi RS4 e HR ultralow.

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Andrea has finally met a “wheel bro”, driving a mk4 on tiny 17inches, 2pcs, sage grey OZ Cygnus. He was so glad of the discovery he started to take pictures of the bagged golf and kept doing it for two days!

Andrea ha finalmente incontrato un fratello di cerchi, al volante di una mk4 su OZ Cygnus da 17 in color verde salvia. Era così felice che ha iniziato a fotografare la golf di Jona e ha smesso due giorni dopo!

4. Wörthersee Melting Pot

This is what the days before GTI Treffen have become. We are not huge supporters of monogamy in car culture (proof of it, only one VAG in SG staff), but sure, the roots of this event have to be searched in the Golf GTI. GTI Treffen has been created in 1982 and it became the quintessential European GTI meeting early on, but no one could have foreseen the future huge success. Now, thanking Mr. Zuckerberg and social networks, it’s a real melting pot in which all the brands are proudly represented: we liked it, we understood it, we photographed it and now we’ll show you the plurality of cars cultures without any other useless words.

Questo è quello che i giorni prima del GTI Treffen sono diventati. Noi non siamo grandi fan della monogamia nella scena della personalizzazione dell’auto (prova di ciò, solo una VW nello staff di SG), ma sicuramente, le radici di questo evento devono essere cercate nella Golf GTI. L’evento è stato creato nel 1982 ed è diventato negli anni il meeting europeo per eccellenza anche se nessuno degli organizzatori avrebbe potuto immaginare il futuro successo. Ora, grazie al signor Zuckerberg e colleghi, è veramente un melting pot in cui tutti i brand possono essere rappresentati: ci piacciono, lo capiamo, lo fotografiamo e ora vi vogliamo mostrare la poligamia della scena automobilitica senza spendere molte altre parole.

4.1 The official guests before WWW era: VW GOLF

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

 

 

 

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

4.2 The ancient friends

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it   Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it   Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

4.3 Third Millennium VAG

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it     Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

4.4 The foreigners

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it   Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it   Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it   Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it

Foto: FTfoto | www.ftfoto.it